Stella di Davide

La Stella di Davide è considerata un simbolo di protezione divina, armonia e pace. Chiamato letteralmente Scudo di Davide o Stella a 6 punte, la forma della stella è un simbolo iniziatico del macrocosmo. Il simbolismo promuove l’unione delle forze del cielo con quelle della terra, sotto un grande potere di protezione divina. Il simbolo è composto da due triangoli sovrapposti, che significano l’esistenza della Divinità in entrambi i piani: celeste e materiale.

L’uomo ha ricevuto nel corso della sua esistenza, per intuizione, diversi simboli. La Stella di Davide è una forma di associazione. Altri popoli e fedi diversi dagli ebrei usavano questo simbolo sacro. La geometria sacra rivela l’unione dei due triangoli, la forma più comune nell’universo: l’esagono.

Origine, significato, vantaggi

L’attribuzione di questo simbolo agli ebrei è stata fatta dopo il XVII secolo in Europa. Il simbolo della Stella di David (pronunciato Magen David in ebraico) è stato posto sulle sinagoghe ebraiche per identificarle come luoghi di preghiera ebraica.

Nel corso della storia, altre religioni hanno utilizzato l’esagramma associato alla Stella di Davide. I due triangoli invertiti evidenziano la forma a stella ma anche l’esagono centrato. Il simbolo chiamato “shatkona” nell’induismo rappresenta Shiva, il martedì maschile della divinità – il triangolo con la punta verso l’alto e la parte femminile della divinità, chiamata Shakti – il triangolo con la punta verso il basso.

la stella di davide

Troviamo anche l’esagramma di Davide sull’architettura dei luoghi di preghiera mormoni, che simboleggia l’unione tra Cielo e Terra, con l’accettazione che Dio discende all’Uomo e l’Uomo ascende a Dio.

I sei angoli dei due triangoli sovrapposti nel simbolo della Stella di Davide corrispondono ai sei giorni della creazione. Rappresentano anche i sei attributi-virtù-doni di Dio dati all’uomo (a nostra immagine e somiglianza (Genesi 1:26): amore, potere, saggezza, misericordia, maestà e giustizia.

Per un’interpretazione simbolica di questo segno si è fatto ricorso alla potenza e al dominio di Dio (il Creatore del Tutto), che si estende nelle sei direzioni, a partire da un qualunque osservatorio: ad est e ad ovest, a mezzogiorno ea mezzanotte, su e giù. La forza del simbolo della Stella di Davide ha senso quando viene utilizzato e attribuito al simbolo come fonte.

La Kabbalah, un libro mistico ebraico, usa questo segno, interpretandolo in modo dicotomico: la lotta tra il bene e il male, tra materiale e spirituale, ecc. A volte il segno era visto anche come un simbolo di protezione divina, un segno del rapporto tra Dio e il popolo, il popolo che ascendeva a Dio, e Dio discendeva al popolo (ebrei e mormoni).

Nell’induismo, il simbolo Stella di Davide si riferisce all’esagramma Shatkona che rappresenta la combinazione di maschile e femminile, rispettivamente tra acqua e fuoco.

Leggi anche Il simbolo infinito